Un aliante, o più propriamente aliante veleggiatore, è un aerodina a superficie alare fissa, ovvero un aeromobile più pesante dell'aria e non munito di organo motopropulsore. Dal punto di vista tecnico, dunque, l'aliante è un velivolo dotato di fusoliera, superfici aerodinamiche, abitacolo, pannello degli strumenti, cappottina, gancio di traino, prese aerodinamiche, carrello di atterraggio ed eventuale pattino. E' dotato di alettoni, timone, stabilizzatore longitudinale, deriva per la stabilità latitudinale e flap; sono inoltre presenti i diruttori di flusso che, se azionati, hanno la funzione di ridurre drasticamente la portanza delle semiali quando sia necessaria una rapida discesa senza aumento di velocità come nell'atterraggio. Importante per l'aliante sono le tecniche di decollo che può avvenire per traino da aereo o verricello. Nel primo caso l'aliante è trainato, tramite un cavo lungo dai 30 ai 50 metri, da un aereo ed al raggiungimento di una certa quota, in genere tra i 400 e i 1000 metri, l'aliante si sgancia dal cavo prendendo il volo; nel secondo il verricello, azionato da un potente motore che avvolge un cavo metallico che può essere lungo anche oltre un chilometro, traina l'aliante fino a raggiungere la velocità di decollo e in seguito la quota massima, momento in cui l'aliante si stacca iniziando la planata in volo o la ricerca di correnti ascensionali. L'aliante infatti, essendo sprovvisto di propulsore, non può generare una spinta che consenta il volo ed è obbligato a scendere sfruttando il moto dell'aria cirscostante, cosa che comunque gli consente di percorrere grandissimi distanze, anche di migliaia di chilometri. La pratica sportiva dell'aliante, meglio detta come volo a vela, è molto diffusa; ad oggi si organizzano competizioni a livello mondiale ed europeo.

Contatore visite [dal 22/04/2009]